Sono Sara Lindaver, psicologa clinica e psicoterapeuta.

Sono laureata con lode in Scienze Psicologiche della Personalità e delle Relazioni Interpersonali ed in Psicologia Clinico-Dinamica presso l’Università degli Studi di Padova e specializzata con il massimo dei voti in Psicoterapia Sistemico-Relazionale presso il Centro Padovano di Terapia della Famiglia.

Sono abilitata all’utilizzo della metodo EMDR per il trattamento delle esperienze traumatiche.

Da sempre appassionata ai temi della genitorialità, dell’ adozione e delle difficoltà riproduttive, ho preso parte a numerosi convegni e giornate formative in merito.

Oltre che dedicarmi all’attività di psicologa psicoterapeuta, da diversi anni mi occupo di sostegno psico-educativo domiciliare presso famiglie adottive.
Le problematiche per cui offro aiuto sono disturbi d'ansia, disturbi dell'umore, disturbi del comportamento alimentare, disturbi somatici e disturbi sessuali. Sono responsabile del Progetto Cicogna Smarrita: un servizio che offre consulenza e sostegno psicologico qualificato in situazioni di infertilità e sterilità, interruzione di gravidanza, procreazione medicalmente assistita ed adozione.
7 Dicembre 2015

A proposito di fecondazione eterologa

A proposito di fecondazione eterologa. La ricerca di un figlio ad età sempre più avanzate e l’aumento delle difficoltà riproduttive ha portato ad un incremento delle coppie che intraprendono percorsi di […]
10 Novembre 2017

Cos’è l’empatia?

Cos’è l’empatia? La parola EMPATIA è ormai parte del linguaggio comune ma  spesso non se ne conosce il significato preciso.   L’empatia è un “sentire insieme” che permette di entrare […]
11 Ottobre 2019

Endometriosi e infertilità

L’endometriosi è una malattia subdola. Spesso prima di ricevere una diagnosi passa del tempo per cui la ragazza e la donna magari rischiano di essere additate come particolarmente lamentose per il loro dolori mestruali quando "in fin dei conti ce li hanno tutte le donne".
29 Settembre 2017

Infertilità maschile: come affrontarla?

Infertilità maschile: come affrontarla?   L’infertilità maschile è una problematica sempre più diffusa. Secondo l’Istituto Superiore della Sanità circa il 35% delle difficoltà riproduttive sono attribuibili ad un’infertilità maschile. Nell’ambito […]
27 Aprile 2017

L’USO DI PSICOFARMACI IN UNA PSICOTERAPIA: PSICOFARMACI SI O PSICOFARMACI NO?

Come si inserisce l’uso degli psicofarmaci in una psicoterapia? Questa è la mia opinione.   La prescrizione di terapie farmacologiche e quindi di psicofarmaci è di esclusiva competenza medica. In […]
1 Marzo 2017
Sara Lindaver Psicologa Psicoterapeuta Padova

LA TERAPIA DI COPPIA: L’AMORE NON È BELLO SE NON È LITIGARELLO… MA FINO AD UN CERTO PUNTO!

Terapia di coppia a Padova, dott.ssa Sara Lindaver, psicologa e psicoterapeuta di coppia  I litigi e le situazioni di conflitto possono manifestarsi all’interno di qualsiasi relazione più o meno importante […]
18 Marzo 2019
Psicologo PMA Padova

Psicologo PMA: un sostegno per la coppia alla ricerca di un figlio

La PMA, procreazione medicalmente assistita, é un modo per diventare genitori che nessuna coppia desidererebbe vedere come parte del proprio percorso per diventare mamma e papà. Ma cosa implica la PMA?
3 Maggio 2018
e se un figlio non arriva psicologa padova

…e se un figlio non arriva?!

Ci sono coppie per cui, più che per altre, risulta difficile accettare l’idea di non poter generare un proprio figlio. Questo mancato arrivo generalmente viene equiparato ad un lutto per […]
17 Novembre 2017
Quante domande vengono fatte alle coppie senza figli da parenti, amici e conoscenti?!

Cosa non dire ad una coppia senza figli

Quante domande vengono fatte alle coppie senza figli da parenti, amici e conoscenti?! MA QUANDO LO FATE UN BAMBINO? MA VOI FIGLI NIENTE? MA E’ PERCHE’ NON VOLETE O PERCHE’ […]
15 Novembre 2017
cosa significa adottare

ADOZIONE BAMBINO

ADOZIONE: DALLA PARTE DEL BAMBINO Alcune riflessioni per le aspiranti coppie adottive e non solo sull’adozione di un bambino Nell’immaginario comune l’adozione pare essere la soluzione felice a molti problemi: […]
7 Dicembre 2015
Psicologa sportiva padova - Psicologa Padova e Psicoterapeuta Sara Lindaver

Che significato ha il dolore?

L’esperienza del dolore nella vita quotidiana ed in ambito sportivo Mal di testa, mal di stomaco, mal di pancia… chi non ne soffre?! Ci si è abituati al silenzio del […]
2 Maggio 2017

Disturbi psicosomatici: problemi non solo del proprio corpo

Disturbi psicosomatici: problemi fisici alla cui determinazione e/o evoluzione concorrono aspetti psicologici Psicologa Psicoterapeuta Padova – dott.ssa Sara Lindaver   Mal di stomaco, mal di pancia, mal di testa, dolori […]

Chi è lo psicologo?

Lo psicologo è una professionista che ha concluso il percorso di studi universitario della durata di 5 anni conseguendo una laurea magistrale in Psicologia, che ha svolto un anno di tirocinio professionalizzante obbligatorio, che ha sostenuto e superato l’esame di stato per l’esercizio della professione dello psicologo ed è iscritto al relativo ordine professionale.

Ogni regione di dispone di un Albo degli psicologi dove si può controllare se il professionista è realmente abilitato all’esercizio della professione dello psicologo.
Puoi verificare la mia iscrizione all’Albo controllando nel sito dell’Ordine degli Psicologi della Regione Veneto. Il mio numero di iscrizione è il 8736.

Cosa fa lo psicologo?

Ai sensi della legge sull’ordinamento della professione di psicologo (numero 56 del 18 Febbraio 1989), la professione dello psicologo comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione/riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende inoltre attività di ricerca, sperimentazione e didattica in tale ambito.

Chi è lo psicoterapeuta?

Lo psicoterapeuta è un professionista psicologo o medico che ha acquisito una specifica formazione professionale per l’esercizio della psicoterapia mediante corsi di specializzazione almeno quadriennali che prevedono un’adeguata formazione ed addestramento alla psicoterapia e che sono riconosciuti dal MIUR.
Io sono una psicologa psicoterapeuta e mi sono specializzata in psicoterapia presso il Centro Padovano di Terapia della Famiglia.

Cosa fa lo psicoterapeuta?

Lo psicoterapeuta è l’unico professionista abilitato ed autorizzato all’esercizio della psicoterapia. La psicoterapia è un percorso per il trattamento dei disturbi psicologici finalizzato a promuovere il benessere ed un cambiamento tale da alleviare in modo stabile alcune forme di sofferenza emotiva.

La psicoterapia può essere rivolta alla singola persona, alla coppia, alla famiglia o al gruppo.

La psicoterapia segue diversi orientamenti teorici che di differenziano nello specifico modo di approcciarsi e trattare il disagio psicologico. Esiste la psicoterapia cognitivo-comportamentale, umanistica, sistemico-relazionale, psicodinamica, costruttivista, analico-transazionale, funzionale, interazionista…
Io sono una psicologa psicoterapeuta ad orientamento sistemico relazionale e lavoro con le singole persone, con le coppie e con le famiglie.

In cosa consiste la psicoterapia sistemico relazionale?

La psicoterapia sistemico-relazionale parte dal presupposto che il disagio vissuto dalle persone possa essere compreso solamente considerando i contesti in cui le persone sono inserite (la famiglia, il lavoro, le amicizie…) e le relazioni a cui prendono parte o a cui ci sentono di non riuscire a prendere parte.

L’ attenzione dello psicoterapeuta sistemico relazionale è quindi rivolta ai contesti (i “sistemi”) e alle “relazioni” così come percepiti dalle persone, con l’idea che in essi possa essere trovato il senso del proprio malessere ed allo stesso tempo vi si possano scoprire anche le risorse per superare le situazioni di sofferenza.

Nel corso della psicoterapia, lo psicoterapeuta sistemico relazionale cerca di portare le persone ad una riflessione sulle proprie relazioni con gli altri ed in particolar modo con la propria famiglia attuale e di origine, con l’idea che la posizione che si tende ad assumere nelle relazioni sia strettamente connessa alla propria idea di sé e che i sintomi si originino all’interno di dinamiche relazionali disfunzionali.