Adozione Padova

Adozione Padova – dott.ssa Sara Lindaver Psicologa Psicoterapeuta Padova

psicologa adozioni padova, psicologa per adottare padova, consulenza adozioni padova, psicologa per le adozioni padova, psicologa che segue le adozioni padova

 

Il mio interesse nell’ambito dell’adozione è nato fin dal mio percorso di studi universitario. Dopo un’esperienza nel servizio pubblico presso l’Equipe Adozioni dell’ULSS 16 di Padova, mi sono dedicata dapprima al sostegno psicoeducativo domiciliare presso alcune famiglie adottive ed in seguito, in qualità di psicologa psicoterapeuta ho cominciato ad offrire consulenza, sostegno e psicoterapia nelle diverse fasi in cui una coppia o una famiglia può avere a che fare con l’adozione.

Nello specifico mi occupo di:

 

  • CONSULENZA PSICOLOGICA ALLE ASPIRANTI COPPIE ADOTTIVE:

     

    per le coppie che stanno valutando se iniziare un iter adottivo, che vogliono esplorare cosa significata l’adozione dal punto di vista del bambino e dal punto di vista dei genitori adottivi, che vogliono conoscere di più in merito a quali possono essere le possibili difficoltà e le eventuali risorse necessarie per affrontarle…

 

  • SOSTEGNO PSICOLOGICO IN CASO DI MANCATA IDONEITA’ ALL’ADOZIONE:

     

    per le coppie che non hanno ricevuto il decreto di idoneità da parte del Tribunale per i Minorenni o che sono state invitate ad affrontare un percorso psicologico dall’Equipe Adozioni competente prima di portare a termine la valutazione psicosociale necessaria per la richiesta dell’idoneità al Tribunale.

    Vengono affrontate assieme, in un contesto accogliente e non giudicante, le criticità emerse che sono state considerate  non adeguate all’adozione di un minore. L’obiettivo è quello di elaborare quanto emerso nel corso della valutazione psicosociale al fine di attribuirvi un senso in modo tale che non rimangano dei nuclei dolorosi irrisolti e che la coppia possa procedere nel proprio cammino di vita con serenità.

 

  • CONSULENZA, SOSTEGNO PSICOLOGICO E PSICOTERAPIA:

    per le famiglie adottive in tutte le diverse fasi del loro ciclo di vita. Gli interventi possono essere individuali, rivolti alla coppia genitoriale o familiari. Particolare attenzione viene prestata all’esplorazione della storia adottiva prima dell’incontro con i genitori adottivi, sia sul piano delle informazioni realmente disponibili, sia sul piano delle fantasie in merito a quello che può essere stato il proprio passato.

 

15 Novembre 2017
cosa significa adottare

ADOZIONE BAMBINO

ADOZIONE: DALLA PARTE DEL BAMBINO Alcune riflessioni per le aspiranti coppie adottive e non solo sull’adozione di un bambino Nell’immaginario comune l’adozione pare essere la soluzione felice a molti problemi: […]
19 Febbraio 2016
come adottare a padova

L’adozione di un figlio

ADOTTARE UN FIGLIO Psicologa adozioni Padova | Iscritta alla sezione A dell’Albo degli Psicologi della Regione Veneto con il n° 8736. Studio di Psicologia a Padova per consulenze, colloqui di […]

 

 

Cos’è l’adozione?

L’adozione è un istituto giuridico, ovvero una misura legale e sociale, di protezione dei minori che tutela il diritto dei bambini in stato di abbandono di essere accolti all’interno di nuclei familiari che rispondano adeguatamente ai loro bisogni fisiologici, di crescita ed affettivi.

Chi è adottabile? Quali sono i bambini in adozione?

Il bambino adottato è un minore generato da un’altra coppia di genitori che, per ragioni che possono essere molteplici, non è stata in grado di prendersi cura di lui. È un bambino che quindi ha non solo un patrimonio genetico ma anche una storia che deriva da un’altra famiglia e nel caso dell’adozione internazionale ma non solo anche da un’altra cultura.

Il bambino adottabile è un bambino di cui è stato accertato lo stato di abbandono ovvero “privo di assistenza materiale e morale da parte dei genitori e dei parenti tenuti a provvedervi” (L. 184/83).

Il bambino è dichiarato adottabile solo quando tutti i tentativi di mantenerlo all’interno del proprio contesto familiare, affettivo e sociale si sono dimostrati insufficienti.

Chi può adottare?

In Italia le coppie che possono presentare la propria disponibilità all’adozione nazionale e/o internazionale devono:

  • Essere sposate e convivere in maniera stabile e continuativa da almeno 3 anni. Qualora la coppia sia sposata da meno tempo ma conviva da più di tre anni deve presentare adeguata documentazione per attestare la convivenza
  • Avere almeno 18 anni e non più di 45 anni in più del minore adottato
  • Essere ritenuti idonei dell’assistente sociale e dallo psicologo dell’Equipe Adozioni competente e dal Tribunale per i Minorenni

Per l’Adozione Internazionale i Paesi esteri possono avere criteri più restrittivi nella selezione delle coppie adottive.

Che differenza c’è fra Adozione Nazionale ed Internazionale?

L’ Adozione Nazionale prevede l’adozione di un minore nato in Italia. In questo caso la coppia dopo aver completato il percorso di valutazione presso l’Equipe Adozioni competente presenta la propria disponibilità al Tribunale per i Minorenni, viene inserita in apposite liste e resta in attesa di un proposta di abbinamento da parte del Tribunale stesso.

L’ Adozione Internazionale prevede l’adozione di un minore proveniente da un Paese straniero. In questo caso la coppia dopo aver completato il percorso di valutazione presso l’Equipe Adozioni, resta in attesa di un decreto di idoneità da parte del Tribunale per i Minorenni. Dopo aver ricevuto tale decreto ha un anno di tempo per conferire un mandato ad un Ente Autorizzato per le Adozioni Internazionali, il quale si occuperà poi di tutto ciò che riguarda l’abbinamento della coppia con il o i minori adottabili.

Come viene fatta la valutazione delle coppie adottive?

Lo studio psico-sociale delle coppie adottive viene fatto dallo psicologo e dell’assistente sociale dell’Equipe Adozioni competente, i quali dopo avere svolto con la coppia un congruo numero di colloqui (in genere da 6 a 10) redigono una relazione dettagliata sull’aspirante coppia adottiva in cui viene dato parere positivo o negativo all’adozione.

Durante questo percorso, attraverso un’analisi della storia personale e familiare di ciascuno dei partner, della storia di coppia, del proprio desiderio di genitorialità e del contesto familiare e sociale più allargato viene valutato se la coppia sembra disporre o meno delle adeguate risorse per far fronte all’inserimento di un bambino in stato di abbandono.

Qualora la coppia sembri non in grado in quel momento di affrontare adeguatamente l’inserimento del minore, spesso gli operatori dei servizi sociali consigliano di sospendere il percorso di studio psico-sociale per approfondire alcuni elementi di criticità personali e/o di coppia tramite l’aiuto di un sostegno psicologico esterno.

 

Per qualsiasi richiesta di informazioni e per appuntamenti telefonare al numero 3490560187 o scrivere a sara.lindaver@libero.it

 

Dott.ssa Sara Lindaver

Adozione Padova

Psicologa Psicoterapeuta Padova

 

Studio di Psicologia e Psicoterapia a Padova

dott.ssa Sara Lindaver

Adozione Padova

Psicologa Psicoterapeuta Padova

via G. Canestrini 67 bis Padova

3490560187

sara.lindaver@libero.it

 

 

 

15 Novembre 2017
cosa significa adottare

ADOZIONE BAMBINO

ADOZIONE: DALLA PARTE DEL BAMBINO Alcune riflessioni per le aspiranti coppie adottive e non solo sull’adozione di un bambino Nell’immaginario comune l’adozione pare essere la soluzione felice a molti problemi: […]
19 Febbraio 2016
come adottare a padova

L’adozione di un figlio

ADOTTARE UN FIGLIO Psicologa adozioni Padova | Iscritta alla sezione A dell’Albo degli Psicologi della Regione Veneto con il n° 8736. Studio di Psicologia a Padova per consulenze, colloqui di […]